giovedì 30 ottobre 2008

UNA RIFORMA CHE NON VALE UNA VECCHIA LIRA




IL SENATO HA APPROVATO IERI IL DECRETO GELMINI SULLA SCUOLA.
LA REDAZIONE E' CHIUSA PER LUTTO.

lunedì 27 ottobre 2008

ALL'ARMI... ALL'ARMI... ALL'ARMI SIAM COSSIGA: il caso sardinian psycho



(Intervista a Francesco Cossiga, tratta da La Nazione del 23/ottobre/2008)

DOPO DI CHE?
Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri.
NEL SENSO CHE...
Nel senso che le forze dell'ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli e picchiare anche quei docenti che li fomentano.
ANCHE I DOCENTI?
Soprattutto i docenti.
PRESIDENTE, IL SUO E' UN PARADOSSO, NO?
Non dico quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì.

sabato 18 ottobre 2008

SIENA / VENERDI 24 OTTOBRE 2008


Cicoria Unplugged
tour 2008



ALLA LIBRERIA BECARELLI

Via Mameli 14

ORE 18.00
PRESENTAZIONE DEL ROMANZO
CICORIA

di ALFONSO DIEGO CASELLA


sarà presente l'autore

martedì 14 ottobre 2008

L'INCIUCIO-VERGOGNA DEI MINISTRI IN CARNE E OMBRA





Da opposizione ombra a opposizione canaglia il passo è breve. E si arriva diritto in Abruzzo. Rendez-vous a Pescara (come recita il manifesto) tra Angelino Alfano e il Guardasigilli-ombra Lanfranco Tenaglia del già defunto PD. A quanto pare per il premio Borsellino, questa la notizia. Titolo dell'evento? "Il coraggio di fare giustizia". Un vero schiaffo in faccia al giudice che assieme a Falcone sacrificò la propria vita per la Legalità. E' in questo clima viziato di omertà istituzionale che avverrà l'incontro di Pescara. In barba alla società civile ovviamente, che nei giorni scorsi ha raccolto più di 300 mila firme nelle piazze d'Italia per un referendum abrogativo del cosiddetto Lodo Alfano senza trascurare nessuna critica alle ultime leggi vergogna messe in atto dal governo.
Va da sé che l'opposizione-ombra dell'Esecutivo è oramai solo l'ombra di se stessa oltre ad essere schizofrenicamente dissociata dalle piazze. Come dire, il Pd è uno scampolo politico indefinibile eppure definitivamente invischiato con il tutto. Anzi, talmente compromesso con il tutto da sfiorare la doppiezza più inguaribile. D'altra parte come va dicendo da secoli il premier-ombra Veltroni, o meglio, il Walter-ego di Silvio Berlusconi: "Non bisogna mai demonizzare l'avversario". E come no. Certo. Con l'opposizione bisogna andarci semplicemente a letto. Tutto qui l'inciucio. Auguri e figli maschi.

domenica 5 ottobre 2008

ARRIVA IL LODO FAI DA TE: IL CASO CONSOLO





"All animals are equal, but some animals are more equal than others"
(G. Orwell)

Ricapitoliamo. Non ci bastava il Lodo Alfano. Tanto per intenderci, quello scritto dall'avvocato e onorevole Ghedini nonché difensore personale del premier. No, occorreva una nuova proposta d'impunità ad hoc. Questa è la volta di Vincenzo Consolo (Pdl), avvocato personale del ministro Altero Mattioli, accusato di favoreggiamento per aver rivelato segreti e informazioni a un prefetto suo amico circa una inchiesta in corso sul suo conto. La proposta d'impunità? Eccola. L'avvocato e onorevole Consolo prevede che spetti solo e soltanto alle Camere decidere se i reati compiuti dai ministri siano avvenuti o meno nell'esercizio delle loro funzioni. Ciò comporterebbe di conseguenza l'esclusione della magistratura da processi che di norma gli competono, mentre dall'altra salverebbe il ministro-cliente da un processo imminente. Il ministro delle Infrastrutture in effetti verrà processato prossimamente a Livorno.
Avviso. Si informano i signori avvocati che qualora avessero un politico da difendere si possono fare eleggere tranquillamente entrambi (avvocato e politico) nella stessa lista e una volta a Montecitorio proporre al cliente in questione un Lodo fai da te. Redatto naturalmente su misura di reato e a regola d'arte processuale. Questa l'ultima trovata del made in Italy giudiziario.
Pazienza, l'inverno è ormai alle porte: il vecchio loden è passato un po' di moda. Il Lodo invece, a quanto pare, si sta usando tantissimo, specialmente se di fattura artigianale, come dire, soprattutto se si tratta di Lodo fai da te! Non resta che congratularci col sarto. Complimenti avvocato. Questa sì che è difesa!

TEA-LEAF DEMEANOUR / ALEX POLLARD


Alex Pollard
Tea-Leaf Demeanour

Preview Saturday 11th October 7-9pm
11th October - 2nd November 2008






Tea-Leaf Demeanour brings together new paintings and sculpture by Glasgow based artist Alex Pollard. For this exhibition Pollard has developed a new body of work based on thieves, outlaws, vagabonds and their argot.
In the paintings a ballet of petty criminal gestures takes place in a distorted hall of mirrors, combining a neo-romo appropriation of Richard Dadd with images of Victorian pickpockets and mythical outlaw archetypes such as Robin Hood and Jack Sheppard.
Oversized 'Hobo Nickels' occupy the floor of the gallery featuring secretive signs from an outcast lexicon. A young tramp’s face appears where once a native American's was, detourned by hobo vandals 'domming from the bottom'.
This ritualistic argot, and the romantic homage to 'goodies and baddies', rejects traditional platitudes of political critique with belligerent non-commitment and dandified grace.