mercoledì 14 gennaio 2009

DINOSAURO NON SI NASCE, SI DIVENTA


Se Cesare dichiarò: “vedi vidi vici…” Andreotti sublimò la conquista del potere con un motto alternativo altrettanto efficace e da perfetta scuola siciliana: “nente vidi e nenti sacciu.” Bando alle ciance. L’onorevole più muto d’Italia compie oggi 90 anni.
“Quando Andreotti un giorno morirà – vecchia battuta di Grillo - scopriremo che nella gobba aveva la scatola nera di Ustica!”
E poi, se è vero che “il potere logora chi non c’è l’ha” occorre tuttavia precisare che viceversa la vecchiaia logora chiunque! Al posto delle candeline sulla torta invitiamo chiunque a rileggere bene il dispositivo della sua sentenza per associazione mafiosa. E mi raccomando. Occhio alla parola “prescrizione”. Inutile chiedersi cosa diavolo ci faccia una mummia del genere (un mafioso "storico" ma non processuale) nel parlamento italiano. Meglio di no. Rovineremmo forse le fastose celebrazioni romane. E la torta senz’altro finirebbe di traverso nella gobba. Possiamo solo concludere citando il più breve racconto che sia mai stato scritto nella storia della letteratura: “Quando l’uomo si risvegliò, il dinosauro era ancora lì”.Come a dire, stando ai canoni della gerontocrazia fallocentrica italiana: dinosauri non si nasce… si diventa!