martedì 31 gennaio 2012

The last UN famous words

The Security Council,
recalling its presidential statement of 3 August 2011,

recalling general assembly resolution A/Res/66/176 of 19 December, as well as human rights council resolutions S/16-1, S/17-1 and S/18-1,

expressing grave concern at the deterioration of the situation in Syria, and profound concern at the death of thousands of people and calling for an immediate end to all violence,

welcoming the League of Arab States' action plan of 2 November 2011 and its subsequent decisions, including its decision of 22 January 2012, and supporting full implementation with the aim of a peaceful resolution of the crisis.


lunedì 30 gennaio 2012

The reality show must go on



Lo zio Michele di Avetrana deve essere diventato tristissimo ultimamente. Perché non parlano più di lui in televisione. Bruno Vespa non lo invita alla sua trasmissione Plastico a Plastico. Deve essere geloso del capitano della Costa. Il comandante fuggitivo. Eccola qua signore e signori l'ennesima puntata de Il Grande Fratello dei delitti. Lo zio Michele è fuori dalla casa. Così la mamma di Cogne. Anche Erika è fuori dalla casa. Amanda Knox e compagnia bella. Tutti quanti fuori. Bruno Vespa pontifica da bravo presentatore consumato. Intervista agilmente nuovi ospiti che alloggiano. E dentro la casa del Grande Fratello dei delitti c'è solo il capitano Schettino. Il comandante della Costa Crociere, la nave incagliata all'isola del Giglio. Nel garage della casa c'è il prossimo ospite mediatico in attesa. Sta meditando e premeditando il prossimo delitto. Nel frattempo si trucca, prima di assassinare per poi entrare in scena con una musichina. Pronto a essere intervistato da Bruno Vespa. L'avvocato di famiglia sta perlustrando la scena del delitto cinque giorni prima del crimine. Sa già come difenderlo. Il reality show must go on.

mercoledì 25 gennaio 2012

Lo stage degli innocenti



Il boss Erode, tetrarca e proprietario dell'azienda, venuto a sapere che sarebbe venuto al mondo un messia, con un contratto a tempo indeterminato, ingaggiò forzosamente e gratis, tutti i neonati da tre anni in giù, in modo da coprire tutte le posizioni lavorative e all'arrivo del messia non vi sarebbe stato nessuno spazio per un contratto a tempo indeterminato. Questo fu l'evento che passò alla storia come lo stage degli innocenti.

venerdì 20 gennaio 2012

Stop S.O.P.A. stop P.I.P.A.



Yesterday, MoveOn.org, Wikipedia, Reddit.com, and thousands of other websites were blacked out to protest Internet censorship. We've never done anything like that before, but the Internet has never before been under the threat it currently faces.

Internet censorship bills in the Senate and House would ruin the Internet for millions of people by making it possible for big entertainment companies, the Chamber of Commerce, and their lobbyists to make our government shut down websites they don't like.

All over the Internet, people are saying no and taking action to keep the Internet we know and love working the way it's supposed to. Add your voice today by signing this petition to Congress.
Say NO to Internet censorship.


Clicca su:

http://pol.moveon.org/nointernetcensorship/?rc=blackoutdayemail&id=34876-14799948-b9b1YIx

lunedì 9 gennaio 2012

Il governo dei bidelli

Il problema alla fin fine non è tanto il governo dei professori. Qui c'è da marcare stretto i bidelli. Sì, i sottosegretari. Tutti bidelli doc. Autentiche controfigure partitiche se presi uno per uno.
E tra i bidelli figura per esempio questo Malinconico - un cognome, una garanzia. Bidello con i suoi interessi ombra. Vacanze pagate da Piscicelli a quanto pare. Piscicelli. Altro cognome e altra garanzia. Quello che rideva la notte del terremoto. Dimissioni? Va bene, dimissioni. E gli altri? Che senso ha tenere un governo di professori con sottesegretari incluso che svolgono mansioni da bidello dei partiti ed ex ministri di riferimento?