domenica 30 giugno 2013

"Chi scrive un diario intimo diventa l'infiltrato di se stesso"
 (Diego Parigi, Su Baudelaire Amsterdam e dintorni, pag. 321 Nottetempo 2009)

venerdì 28 giugno 2013

Tira più un Pel di carota di Jules Renard che un carro trainato da un pio bove carducciano.
(Diego Parigi, Proverbi letterari, pag. 74 Vittoria Iguazu editora 2013)

giovedì 27 giugno 2013

Il personaggio principale del romanzo si addormentò all'inizio del primo capitolo sul divano; e siccome l'autore aveva paura di svegliarlo il resto della storia risultò monotona.

martedì 25 giugno 2013

Il luogo comune è un non-luogo del pensiero
(Diego Parigi, La banalità del cane, Marsilio 2011)

martedì 18 giugno 2013


In a globalized context you can’t distinguish who is who from where is where
(Diego Parigi, Conference for a nowhereland)

lunedì 17 giugno 2013

Meglio l'intelligente ritardato che il precoce eiaculatore di pensiero
(Diego Parigi, Trattato sulle Qualità Quantiche, Vol. IV Napoli, 1991)

domenica 16 giugno 2013

La scrittura non sempre dipende da chi scrive.
(Diego Parigi, Diario basco e altre cameriere Castelvecchi 2011)