sabato 14 aprile 2018

I baffi di Macron

Fortuna che questo Macron non porta i baffi,
altrimenti era già terza guerra mondiale.
PerfinoTrump indossa un parrucchino in testa.
E' sbarbato liscio, la faccia come il culo d'un bambino.
Fortuna che Theresa May fa la ceretta,
altrimenti avrei pensato molto male.
Il pube l'ha a triangolo la Lady
non è geometria da Pennellessa.
Hiter qui non è ammesso.
La democrazia
è
depilazione.


Roba da barbieri e macellai sofisticati.
Mainstream of unconsciousness e rettorica scagazzata sui giornali.
Puzza di pecunia e gas letale.
Tragediografi a comando.
Puttane messe a pecora, per deontologia professionale.
Vip e romanzieri che si tappano la bocca,
invece di infilarsi un dito in culo.
Dicono scorreggia, ma pensano alla reggia.
.
Dicono gas e pensano al petrolio.
Ma qui non vedo baffi all'orizzonte.
Non vedo svastiche attaccate alle bandiere.
Non è Adolf Hitler per fortuna.
Quale terza guerra mondiale!
L' Olocausto non è qui.
Gli agnelli stanno altrove.
Bombarderanno tegole e lamiere.
Ma voi non vi muovete dall'ovile.
Sognate sempre a occhi aperti, davanti al grande Plasma.
A bivaccare come pecore di Abele.


In mancanza del Messia - finita la pubblicità - 
soap opera del Giudizio universale, e dopo per favore tutti a nanna.